6,4 terremoto di magnitudo in Croazia. La distruzione del centro Petringa, il crollo dell’ospedale e del manicomio: “almeno 7 morti, compresa una ragazzina di 12 anni”. Centrale nucleare chiusa in Slovenia – diretta

Le scosse del terremoto sono così potenti che l’intero centro storico si è ridotto in uno solo Un mucchio di macerie, Sotto il quale si trovano già le squadre di intervento Sette cadaveri, Compreso uno Ragazza di 12 anni E un ragazzo di vent’anni. PetringaÈ una città situata a una cinquantina di chilometri a sud Zagabria, a CroaziaAncora semidistruttivo Shock di dimensione 6.4 Ciò l’ha colpita intorno alle 12.20 di oggi, Poco più di 24 ore dopo il terremoto di magnitudo 5,2 di ieri. In entrambi i casi, la città croata è stata l’epicentro, mentre si è registrato un nuovo terremoto di magnitudo 13,34 e magnitudo 4,5. CascoCittà vicina.

Secondo le prime informazioni ricevute dal sito, il terremoto ha completamente distrutto il centro ed è crollato Ospedale e scuola materna. Oltre alle vittime, vengono contate Almeno 20 feritiDue di loro sono seri. Sindaco di Petranga, Darenko DemboviParla con l’emittente 24 sataDisse: “È orribile. Ci sono morti e feriti. Abbiamo visto un bambino morto in un cortile”. Il centro di Petringa è stato distrutto. È un disastro, Andiamo Hiroshima“.

Primo ministro croato Andrei Blinkovich, Chi è stato evacuato dalla sede del governo nella capitale, e anch’esso danneggiato, ha parlato telefonicamente con il Presidente della Commissione dell’Unione Europea, Ursula von der LeyenChe ha promesso di fornire aiuti urgenti dal sindacato. “Siamo pronti ad aiutare, ho pregato il Commissario Janez Linarcic Viaggia in Croazia non appena la situazione lo permetterà “, ha detto von der Leyen. Nel frattempo, l’esercito croato è stato mobilitato per fornire assistenza alla popolazione colpita. Almeno 300 soldati sono partiti per Petinga. Poiché il Presidente della Repubblica è arrivato immediatamente, Zoran Milanovic: “Quello che è successo è stato orribile. È stato un anno terribile, la vita di una giovane ragazza è andata perduta. Questa città verrà ricostruita, ma nessuno potrà compensare i danni psicologici e spirituali che ha subito”.

READ  Crotone - Juventus 1-1: gol di Simi e Morata, espulso Chiesa

Ciascuno del Presidente della Repubblica, Sergio MattarellaChe il Primo Ministro, Giuseppe Conte, Hanno inviato il loro messaggio di sostegno al Paese, aggiungendo che l’Italia era pronta a fornire supporto. “Ho appreso con tristezza la notizia dei forti terremoti che hanno colpito il vostro Paese nelle scorse ore, provocando pesanti vittime e danni, soprattutto a Patringa – si legge nella lettera del capo dello Stato al suo omologo croato – quindi vorrei esprimere a voi ea tutto il popolo croato, soprattutto a chi sta affrontando le difficoltà da loro causate Sul terremoto, esprimo sinceramente il mio cordoglio e il comune riavvicinamento della Repubblica Italiana, a conferma che in questa difficile circostanza la Croazia può contare su di esso. Solidarietà e cooperazione con l’ItaliaA nome del popolo italiano, le porgo le mie più sentite condoglianze ”. Su Twitter Conte ha espresso le sue“ sincere condoglianze ad Andrei Blinkovic e al governo croato per il devastante terremoto che ha colpito Petrenia e l’intero Paese. La nostra solidarietà e vicinanza ai nostri amici croati. L’Italia è pronta a fornirti tutto l’aiuto e l’assistenza di cui hai bisogno“.

La gente ha sentito il terremoto in tutta la Croazia, ma anche in Serbia e Bosnia Erzegovina. Centrale nucleare di Slovenia È chiuso per precauzione. Ero sotto shock, proprio come ieri, in Italia, lungo la costa adriatica, da Trieste all’Abruzzo. I rapporti provenivano anche da Ravenna È il nord Napoli. Erano persino scioccati All’interno del GranSasso Nuclear Physics Lab. Gli operatori hanno notato chiaramente il tremore dovuto alla sensibilità percepita dei dispositivi. Tra questi in particolare c’è la sezione che utilizza un “criostato”, una sorta di enorme frigorifero estremamente sensibile che studia i neutrini nell’esperimento “cuore”, che è stato sensibilmente riscaldato.

READ  Castillejo, dodicesimo uomo rossonero

Written By
More from Arzu

“Ho pensato di ucciderli da agosto, quando vivevo con loro.”

Antonio de Marco, Il 21enne di Casarano, che ha confessato di aver...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *