Bosnia e Italia, Ivani: “Dopo tutti questi sacrifici, sarebbe brutto non finire per primo”

In testa anche il deputato di domani, Mancini: “Manca Dzeko, ma la Bosnia ci ha sempre creato problemi”. Florenzi: “Questa è la nazionale più divertente in cui abbia giocato”

“Abbiamo fatto tanti sacrifici, e sarebbe brutto non finire primi. Ma attenzione alla Bosnia, ci ha sempre creato problemi”. Il messaggio di Chico Ivani alla vigilia di Bosnia e Italia, ultimo capitolo in questa fase della Società delle Nazioni. Sarà ancora in panchina al posto di coach Mancini. “Roberto avrebbe voluto essere qui. E ‘molto dispiaciuto. Cercheremo di rendere la sua assenza il meno importante possibile”.

Attento alla Bosnia

Anche senza Dzeko, Ivaney ha continuato la conferenza stampa la sera successiva. La Bosnia ha “altri giocatori importanti. Non è un giocatore che fa squadra”. Dobbiamo essere bravi a vincere. Sappiamo che la Bosnia è un’ottima squadra, nelle tre partite che abbiamo giocato, l’abbiamo battuta due volte, in un caso a pari merito, ma ci ha sempre causato grossi problemi. Dovremo ridurre questi rischi. Abbiamo fatto molti sacrifici e costruito il potenziale per il primo posto nel gruppo. Sarebbe brutto non finire primi, ma dobbiamo vincerlo. Sappiamo che siamo di fronte a una squadra che non ci darà nulla, anche se alla fine. Tutti vogliono fare bella figura, soprattutto di fronte a una squadra importante come l’Italia. Dobbiamo fare attenzione. ”

fiorentino

D’altronde, Alessandro Florenzi ha detto: “Per noi il risultato è un solo. Non sarà una partita facile, ci hanno messo in difficoltà nell’ultima partita con la loro partita: sarà una battaglia ma siamo molto attivi e desiderosi di fare un ottimo lavoro. Il risultato dovrebbe giocare tutte come finali e questo è ciò che lo trasmette. Per noi il nostro staff tecnico per tutta la giornata. Questa è l’impronta che abbiamo. Domani sarà una partita importante come sempre un calo di attenzione dopo la Polonia? Non dovrebbe succedere a quello che questa partita merita per noi “. “Penso che questa sia la nazionale più divertente in cui abbia giocato, come gruppo, è simile alla partita del 2016, come una partita diversa, più emozionante, ma solida come quella del 2016. Cantiamo l’inno italiano anche per gli italiani in casa che non soffrono di Covid”, ha aggiunto Florenzi. “.

READ  Virus Corona, la Francia supera i 40mila morti. Negli Stati Uniti ci sono più di 126.000 casi in un giorno. Più di 23.000 in Germania
Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *