Conte: “Annelie? Ho risposto male agli insulti. La mia Inter cresce e lui è solo uno stupido …”

Le parole del tecnico nerazzurro, Antonio Conte, alla vigilia del match di domani sera tra Inter e Lazio al Meazza

Appiano Gentile – È ora di staccarsi dalla delusione per l’eliminazione di martedì in Coppa Italia e tornare in campionato. Non c’è tregua per l’Inter Antonio Conte, visto che oggi il Milan gioca contro lo Spezia, i nerazzurri dovranno vincere a prescindere dal risultato rossonero se vorranno continuare a credere in vantaggio. Domani sera al Meazza arriverà la Lazio, guidata da Simone Inzaghi, agente tosto dei nerazzurri, riorganizzato nell’Olimpico con una rete di Milinkovic Savic nella ripresa.

Il tecnico dell’Inter, come di consueto, presenterà domani sera la partita, per rispondere alle domande dei corrispondenti associati alla sede nerazzurra di Appiano Gentile. FcInter1908 ti proporrà il testo live con le parole del coach.

Queste le prime parole dell’allenatore: “Prima di iniziare una conferenza stampa dovrebbe essere il calcio perché a noi interessa il calcio, credo sia giusto chiarire la posizione di quanto accaduto allo Juventus Stadium, viste le importanti implicazioni mediatiche. La verità è che hanno visto e ascoltato da tutti, questo è Importante per me. Detto questo credo che siamo persone che possono essere calciatori, giocatori e dirigenti, siamo modelli educativi e dovremmo sempre ricordarlo, mi dispiace di essere qui per chiedo scusa perché ho risposto in modo sbagliato alla provocazione e agli insulti. Avrei potuto fare di meglio, alza il pollice, mi dispiace, quindi sarò orgoglioso di quello che è successo. Avrei dovuto rispondere diversamente. Ora, però, andiamo parliamo di calcio, ci concentriamo sul calcio e dovremmo esserci “.

Lazio“Stiamo parlando di una realtà unificata che il campionato sta andando bene. Ha la qualità e la fisicità che derivano dalle vittorie successive. Sarà una gara motivante”.

VIDAL e BARELLA – “Vidal è indisponibile per problemi. Non so se parteciperà alla prossima partita, ma deve trovare la migliore convinzione e riprendersi dalle malattie. Barilla deve continuare a lavorare, perché c’è sempre il massimo in tutto. emozione sapere che la sua fortuna dipende dalle fortune La squadra, cresce e ha margini di miglioramento. Siamo una squadra e dobbiamo pensare nel migliore interesse della squadra. La crescita individuale diventa importante se è integrata con la squadra “.

attacco – “Siamo una squadra che fa molto. Alla fine fare di più alla fine ti protegge da delusioni che non ti meriti nel conto finale, ma se non ti registri ti ritroverai fuori dalle competizioni”.

Passato e presente – “Sto parlando di quello che mi sta succedendo, in questo anno e mezzo. Penso che l’Inter sia cresciuta notevolmente e abbia riacquistato credibilità in ambito nazionale internazionale, solo uno sciocco che non vede i progressi fatti in quest’anno e metà.

Salto decisivo – “Non ancora compiuto, dobbiamo continuare a crescere, sotto tutti i punti di vista, non solo mentalmente ma aggiungere qualità. Grandi passi sono stati fatti in quest’anno e mezzo, e i nostri avversari li hanno capiti, ci rispettano, ma noi Sappiamo che dobbiamo continuare a camminare E correre, sono stati compiuti progressi, ma dobbiamo continuare a lavorare per arrivare dove vogliamo.

muggito – “Ci auguriamo possa tornare ai suoi livelli, lo conosciamo bene, centrocampista, attaccante, grandi piste e inserimenti, cosa normale viste le situazioni su cui conto oggi. Cerchiamo di migliorare la nostra situazione con soluzioni interne perché c’è non sono altri “.

Brozovic – “Per chi non lo conosce vi dico che è un uomo straordinario, buono, un po ‘amato dalla squadra per il suo modo di essere. Lavoriamo con Brozovic e non solo con lui nello specifico sul tema del trovare spazio. e la situazione giusta non si innervosisce se tocca un po ‘la palla, l’importante è che la tocchi nel punto giusto, dove glielo chiedo, è abbastanza generoso da vedere quanto taglia, quello che gli chiedo è per migliorare la corsa, per essere nella posizione giusta per essere meno stanco ed è migliorato molto in questo. Abbiamo anche delle alternative per lui e non deve sentirsi debole se non si passa molto la palla. È il ragazzo che ha fatto miglioramenti importanti nel possesso palla, non nel possesso palla, e ora abbiamo un giocatore diverso, più responsabile e più maturo. Di lui posso solo parlare bene “.

Written By
More from Arzu

“Diagnosi dopo il viaggio alle Maldive” – ​​Corriere.it

Federica ci racconta che Paolo non voleva lasciare questo mondo che tanto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *