Coppa Italia, Lazio Parma 2-1: il portiere colombiano decide su un autogol al 90 ‘

Nell’Olympico si chiude con il punteggio di 2-1. Nel primo tempo due pali e un gol di Barolo. Nella ripresa Mihila pareggia, poi il colpo di testa di Moriki viene bloccato dal portiere colombiano

La Lazio, con un autogol del portiere colombiano, si è qualificata contro il Parma ed è passata ai quarti di finale di Coppa Italia per affrontare mercoledì l’Atalanta a Bergamo. Sulla scia del successo nel derby, Inzaghi ha ottenuto la quarta vittoria consecutiva. Il gol di Barolo nel primo tempo sembra aprire la strada, ma il Parma rientra nella ripresa e pareggia nel finale con Mihaela. Al 45 ‘l’autore di un libro colombiano ha preso in giro gli emiliani e ha fatto esultare le biancoceliste.

Il pavimento si apre

Dopo 11 giornate di campionato contro il Tardini (2-0 per la Biancoseleste), nuovamente testa a testa tra Lazio e Parma. In versioni completamente diverse. Provoca molta rotazione su entrambi i fronti. Inzaghi, oltre all’arresto Leva, deve abbandonare Luis Alberto, operato due giorni prima per un’appendicite, e Louise Felipe, che domani in Germania si sottoporrà a intervento chirurgico alla caviglia destra. Parolo è schierato dal terzino destro in difesa. Avanti l’inedito duo Muriqi-Pereira. D’Aversa sceglie il Parma baby: confermato in difesa il 17enne Dierckx, accanto al veterano Kurtic. Inizia senza paura degli emiliani. Stracocha aspetta Brunita. Due pali pieni della Lazio (Moreki al 14 ‘e Pereira al 22’) prima di raggiungere il punteggio al 23 ‘con un colpo di testa di Barolo, precedentemente in servizio, è stato sparato da Pereira su un cross di Pereira. Il Parma, dopo aver tentato nuovamente lo 0-0 con Brunetta, è alle prese con le iniziative della Lazio. Pereira si muove costantemente tra il fronte e il fronte. La formazione Inzaghi è riuscita a ottenere il vantaggio abbassando la velocità verso l’intervallo.

READ  I tassi di contagio sono altissimi e il rischio di divergere, chiusi i confini della provincia di Ancona e quattro piccoli distretti rossi in Lombardia: anche Polate

Autogol de Columbi

Nella ripresa la Lazio è partita alla ricerca della doppietta. Akpa Akpo si scontra con il colombiano da lontano. Porta Inzagi Patrick e Correa al posto di Milinkovic e Perera. Il patching di Brugman e Hernani conferisce al Parma maggiore profondità in termini di manovrabilità. Correa ci prova, ma un colombiano sta guardando. A 27 anni nuovi giocatori della Lazio: Lulic è qui quasi un anno dopo e Marusic ha preso in mano Faris e Lazare. Al 28 ‘la Lazio rischia troppo. Strakosha reagisce con una superba parata alla testa di Brunetta, Mihaila sigilla la traversa con una deviazione di Lulic che salva la Lazio. D’Aversa elenca Camara al posto di Dierckx. Gli emiliani prendono il sopravvento. Un ripido rifugio nel Lazio. E al 38 ‘arriva il pareggio con Mihaila al traino servito da Ricci. Vibra una formazione enzimatica e tenta l’attacco finale. Un altro lotto di Mihaila, patatine Strakosha. Al 45 ‘la Lazio ha inventato il gol della qualificazione con un tiro di Muriqui che è andato fino al palo, ma è stato respinto da un colombiano ed è entrato in porta. Il fischio finale libera la Lazio dall’incubo dei supplementari, che prolunga il cammino verso i quarti di finale.

Written By
More from Arzu

Brady vince il Super Bowl: Tampa batte Kansas City

Nessuna corrispondenza: Bucs vince 9-31 sul campione in carica Kansas City Chiefs....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *