Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo su Covid- Corriere.it

10.32 – Remuzzi: inutile fare pronostici per Natale, bisogna stare attenti
Non ha senso prevedere tempi e previsioni alla luce del Natale: servono buon senso e prudenza, bisognerà aspettare per vedere la direzione della curva pandemica Covid-19. Nel frattempo, il minor numero possibile di contatti per ridurre la diffusione dell’infezione. Lo ha detto il professor Giuseppe Rimouzi, direttore dell’Istituto per le ricerche farmacologiche Mario Negeri, intervenendo allo Studio24, su RaiNews24. A suo avviso, la tendenza al ricovero è importante, soprattutto in terapia intensiva, per avere un quadro più chiaro della situazione.

10.16 – Anche il vaccino Janssen sta entrando nella sperimentazione di fase 3
Al via la terza fase della sperimentazione di un altro vaccino candidato per il Coronavirus. Da Janssen, la società farmaceutica guidata dalla multinazionale chimica Johnson & Johnson. Il terzo ha raggiunto questo passaggio tra quelli sviluppati in Gran Bretagna, dopo il prototipo sviluppato dall’Università di Oxford con AstraZeneca in collaborazione con l’italiana Irbm di Pomezia (per la prima volta in occidente ad entrare in Fase 3) e quello di Novavax. Il ministro della Salute britannico Matt Hancock ha confermato che la terza fase del vaccino Janssen inizia oggi e coinvolgerà 7.000 volontari nel Regno Unito e 23.000 in altri paesi. Saul Faust, direttore del laboratorio di Southampton che coordina il progetto di ricerca, ha detto a Sky News che il modello del vaccino è molto simile al modello Oxford / AstraZeneca.
Leggi anche: Vaccino in Italia Progetto del Ministero per la distribuzione

9.15 – Infermieristica: In Italia, 500 infermieri infermieri al giorno
Secondo un’indagine del Nursing Syndicate iniziata il 5 novembre, almeno un migliaio di altri operatori sanitari rimangono infettati ogni giorno. La metà di loro sono chiaramente infermiere. Se la tendenza rimane la stessa, e se iniziamo oggi a ricalcolare il numero di professionisti che sono stati infettati, arriveremo il 15 dicembre con i personaggi dei film horror. Ovvero 15.000 infermieri affetti da Covid-19 andrebbero aggiunti ai 10.000 già contati dal 15 ottobre al 15 novembre.

9.31 Ministro francese Fran: Dopo il climax, abbiamo ripreso il controllo dell’epidemia
La diminuzione del numero di nuovi casi di Covid-19 e la diminuzione del tasso di infezione ci portano a ritenere di aver superato il picco dell’epidemia in Francia: lo ha detto questo ministro della Salute francese per la prima volta dall’inizio della seconda ondata, e Olivier Fran ha detto in un’intervista a un gruppo di giornali regionali francesi: Abbiamo ripreso il controllo dell’epidemia .
Il numero di infezioni dall’inizio dell’epidemia in Francia è vicino a due milioni (Ecco i dati), Ma Fran ha specificato: Il numero di ricoveri nei reparti di terapia intensiva e rianimazione ieri ha raggiunto 270 in 24 ore, il livello più basso in 3 settimane.

READ  Juventus: Chiesa ha chiuso le sue visite. Juventus!

Russia – 22.778 nuovi contagi, più di 6.000 a Mosca
In Russia sono stati registrati 22.778 nuovi casi di Covid-19, il numero più alto registrato nel Paese in un solo giorno dallo scoppio dell’epidemia. Lo hanno riferito le autorità sanitarie locali, spiegando che a Mosca erano stati confermati 6.360 nuovi casi. Ciò porta il numero totale di persone infette in Russia a 1.948.603. Le autorità sanitarie locali hanno inoltre segnalato 303 decessi per complicazioni legate a infezioni nelle ultime 24 ore, portando il totale dei decessi associati al Coronavirus a 33.489 casi.

9.23 – Gran Bretagna – il bilancio delle vittime supera i 52.000
I 52mila decessi per Covid registrati in Gran Bretagna dall’inizio dell’epidemia rappresentano i più alti d’Europa in termini di numeri assoluti, ma non in termini di popolazione (in base a questo calcolo, Belgio e Spagna hanno un pedaggio più pesante e seguono l’Italia a breve distanza). Ieri, il Regno ha confermato la stabilizzazione del numero di nuove infezioni giornaliere (si è fermato a 25.000) circa 10 giorni dopo il blocco nazionale in Inghilterra, con il numero di altri decessi che è sceso a 168 (ad eccezione del gruppo di statistiche completamente incompleto tradizionale). Weekend), per il terzo giorno consecutivo in meno dell’Italia.

9.05-Lobalco: Resta alta la velocità del contagio e si rafforzano le misure di prevenzione
Ascolto, perplesso, parole di rassicurazione e ottimismo sul fatto che la velocità dell’infezione sta “rallentando”. Il problema è che se tutti lo ripetono, alla fine le persone ci crederanno. Lo scrive su Facebook l’epidemiologo Pierluigi Lobalco, Consigliere Sanitario Designato della Regione Puglia. Lopalco analizza i valori dell’indice Rt per le regioni, che è un indicatore che misura il livello di contagio per Covid-19: diverse regioni italiane hanno – come si vede – nelle ultime settimane hanno registrato valori stabili o addirittura in calo. cosa significa? Siamo usciti dal tunnel? Rt, se vogliamo usare la metafora dell’auto, ci dice quanto è veloce l’auto. Questo è quanto accelera ogni secondo. Se l’auto si muove a 300 km / h, anche se viaggia a velocità costante e non accelera, se va a sbattere contro un muro, fa male o no? Voglio dire: se la curva dell’epidemia raggiunge proporzioni critiche, il numero di nuovi casi al giorno non solo continuerà ad aumentare, ma continuerà a crescere se c’è un Rt maggiore di 1. Rt è uguale a 1.5 significa che ogni due casi vengono generati durante il periodo di incubazione 3. In questo Per il momento, l’epidemia di Covid-19 sta crescendo più velocemente dell’influenza. Con la differenza che l’influenza non richiede molta cura familiare e intensiva. Quindi, la pressione sui servizi sanitari nelle prossime settimane continuerà ad aumentare e stabilizzarsi solo quando il numero di nuove ammissioni sarà uguale al numero di licenziamenti.

READ  Juventus-Cagliari 2-0 dopo 45 minuti. Doppio Ronaldo: è irrefrenabile

8.46 – Germania, Merkel: i numeri si stanno stabilizzando, ma molto lentamente. Il numero di soldati mobilitati per le emergenze è in aumento e ora si attesta a 20.000
(Covid-19) i numeri si stabilizzano. Ma molto lentamente. Nel board della CDU, Angela Merkel ha espresso questa mattina la sua personale preoccupazione per gli sviluppi dell’epidemia in Germania, alla luce dell’incontro con i ministri della Presidenza degli Stati Uniti che ha chiesto una valutazione degli effetti del blocco parziale iniziato il 2 novembre. Nel frattempo, le forze armate tedesche (Bundeswehr) hanno sollevato il battaglione che era stato mobilitato per fornire assistenza amministrativa e logistica ai Länder e ai comuni tedeschi nella gestione dell’epidemia di Coronavirus da 15.000 a 20.000. Il ministro della Difesa Angret Kramp-Karenbauer ha detto che c’è ancora molto da fare e che vogliamo fornire maggiore assistenza

8.25 – Ministro della Salute britannico: nessuna vaccinazione fino al 2021
Il segretario alla sanità britannico Matt Hancock ha affermato che, nonostante abbia promosso il vaccino Covid-19 il più rapidamente possibile, la maggior parte delle persone nel Regno Unito non sarà in grado di vaccinarsi fino al prossimo anno. Anche se accadesse il più rapidamente possibile, la stragrande maggioranza delle persone verrebbe vaccinata nel corso del nuovo anno.
Leggi anche: Ancora una volta Boris Johnson è in isolamento

8.23 -Pregliasco: Ci sarà una terza ondata se facciamo “lberi tutti” a Natale
Certamente ci sarà un’espansione nelle possibilità del movimento ma deve essere un compleanno sobrio: “ Tutta la libertà ci porterà in una terza ondata. Lo ha ripetuto Fabrizio Brigliasco, direttore medico dell’Istituto milanese, all’Agure di Ritteri. Dipende da noi, da come riusciremo a convivere con il virus – ha spiegato Brigliasco – dobbiamo renderci conto che quello che ci aspetta non è un nemico ma una maratona.
Leggi anche: Miozzo (Cts) La vera emergenza sono le scuole, non il Natale

READ  15.199 nuovi contagi, 127 morti - Corriere.it

7.16 – Dal giorno 12 hot spot in Piemonte per tamponi rapidi
Focus sui test rapidi per aumentare le capacità di screening e diagnosi: Da oggi, grazie al lavoro della Regione Piemonte e delle ASL, si allarga la folla di cittadini che potranno eseguire i tamponi nasali rapidi, solo ed esclusivamente quando i medici di medicina generale riservano la faringite presso uno degli hotspot designati allestiti sui territori regionali. Intanto, nei primi due giorni di attività, le prenotazioni presso l’hotspot allestito nel parcheggio dell’Allianz Stadium interessano i cittadini provenienti non solo dall’Asl di Torino (Asl Città di Torino, Asl Torino 3, Asl Torino 4 e Asl Torino 5) ma anche Dalle ASL di Alessandria, Asti e Vercelli. I risultati degli esami nasofaringei rapidi sono disponibili per circa 15 minuti.

16 novembre 2020 (modifica il 16 novembre 2020 | 10:46)

© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Borsa Italiana, Commento alla sessione odierna (15 ottobre 2020)

Gli operatori citano preoccupazioni per un nuovo blocco in Europa, dopo il...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *