Covid: la Gran Bretagna ha più di 50.000 casi, il quinto giorno consecutivo. Vaccino tardivo: controversia in Francia

In Europa stiamo già parlando della terza ondata di pandemia e abbiamo a che fare con l’unica arma immediatamente disponibile: le restrizioni. Così la Gran Bretagna, sopraffatta dai contagi, ha deciso di tenere chiuse le scuole a Londra, e in Francia è stato attivato un coprifuoco più lungo, mentre il governo tedesco si preparava a ricevere le autorità regionali per estendere il periodo di chiusura.

— »Iscriviti alla Newsletter sul Coronavirus

La campagna di vaccinazione contro il COVID-19, lanciata di recente, sta procedendo così lentamente che non ci si può aspettare una riduzione dell’infezione in breve tempo. In Gran Bretagna, invece, la situazione è sempre più disastrosa, con quasi 58.000 nuovi casi registrati entro 24 ore. Il nuovo tipo di virus si sta diffondendo in tutta l’isola, oltre i confini dell’Inghilterra meridionale, come stimato da alcuni dei medici più affidabili, e hanno esortato tutti gli ospedali del Regno a prepararsi.

Oggi, la British Public Health Authority (PHE) ha chiarito che non consiglia una combinazione di due diversi vaccini per il Coronavirus. Si sconsiglia di miscelare i vaccini COVID-19. Se la tua prima dose è Pzifer, non prendere la seconda di AstraZeneca o viceversa “, ha detto a Sky Today la dott.ssa Mary Ramsay, Head of Immunization for Phe. Chiarimenti sono diventati necessari dopo che il 31 dicembre il governo britannico ha emesso le linee guida che consentono di somministrare una seconda dose con un vaccino diverso , Nel caso in cui il tipo 1 non sia disponibile o il tipo della prima dose non sia noto. Pfizer-BioNTech è attualmente in distribuzione nel Regno Unito, ma dalla prossima settimana verrà utilizzato anche Astrazeneca. Entrambi i vaccini hanno due dosi, ma funzionano in modo diverso. Secondo Ramsey, il L’uso dei due vaccini sulla stessa persona avverrà solo “in casi estremamente rari”. “Deve essere fatto ogni sforzo per somministrare lo stesso vaccino, ma se ciò non è possibile, una seconda dose da un altro vaccino è meglio di niente”, ha detto.

READ  Primo ruolo di Switch: Conte e Speranza preparano le new entry

Le scuole sono chiuse a Londra
A Londra, il governo ha deciso che tutte le scuole primarie sarebbero rimaste chiuse fino al 18 gennaio. Anche se la sentenza del segretario all’Istruzione Gavin Williamson, che i critici considerano una “svolta imbarazzante”, rispetto alla precedente decisione di tenere chiuse le scuole solo nelle aree ad alto rischio per un massimo di 18 anni, secondo il preside non è sufficiente. Teachers Union, che ha chiesto la chiusura di tutte le scuole di lingua inglese. Simile a Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

Matematico Sebasti: “Ecco perché è meglio non riaprire le scuole il 7 gennaio”.

Il coprifuoco in Francia è stato esteso a 15 sezioni e la controversia sul vaccino è stata ritardata
In Francia, dopo che sono state allentate le restrizioni per le ferie, è stato imposto il coprifuoco dalle 20 alle 18 a sei milioni di persone residenti in 15 province della parte orientale del Paese, su richiesta delle autorità locali competenti per lo sviluppo dell’epidemia. E anche se il nuovo anno è passato senza intoppi in tutto il paese, c’è stato il luogo del folle rave party che ha riunito la sera del 31, 2.500 ragazzi nella città bretone di Lyuron. Con il completamento degli scontri con la polizia.

Francia, per celebrare i 2.500 partecipanti nonostante le restrizioni di Covid

Cinque giorni dopo che la Francia ha lanciato una campagna di vaccinazione contro il Covid, solo 332 persone hanno ricevuto la loro dose, contro le 994.000 del Regno Unito, ad esempio: le note del quotidiano Le Figaro, che cita un tweet del dottor Patrick Bello, noto in Francia per la sua controversa vitalità, che ha scritto: Stiamo davvero dipingendo un quadro di sciocchi rispetto ad altri paesi “. Il quotidiano conservatore francese riferisce che ci sono già più di 9,8 milioni di vaccini nel mondo, con un record in Cina dove, secondo i dati diffusi dalle autorità di Pechino, 4 milioni di persone hanno già ricevuto una dose. Seguono Stati Uniti (2,7 milioni), Israele (1 milione) e piccoli paesi come la Danimarca che hanno già immunizzato 30.000 cittadini su una popolazione di soli 5,8 milioni. Secondo il quotidiano Le Figaro, una parte dei problemi è dovuta anche alla “relativa debolezza” della richiesta avanzata dall’Unione Europea a favore dei 27 Stati membri, con la firma del contratto in ritardo, solo a novembre.

READ  Lazio-Napoli 2-0: Immobile e Luis Alberto colpiscono Lozano

Quanto alla Germania, il Paese è appena rientrato da una settimana in cui è stata varcata per la prima volta la soglia dei mille morti in un giorno. I residenti sono preoccupati e accettano il nuovo blocco imposto dal governo. Martedì prossimo, Angela Merkel e 16 leader regionali del prestito dovrebbero estendere congiuntamente le restrizioni esistenti oltre il 10 gennaio, inclusa la chiusura di scuole, negozi non essenziali, bar e ristoranti. Almeno per alcune settimane.

Londra, folla senza maschera che balla e beve davanti all’ospedale: rapporto video di un medico

D’altra parte, la riapertura delle scuole è l’obiettivo del governo greco, che ha annunciato una proroga della chiusura fino al 10 gennaio. Per evitare che la situazione peggiori e per impedire agli studenti di tornare negli istituti scolastici, a partire dalle 11.

Cartelle dei pazienti negli Stati Uniti, in India e in Brasile

Fuori dall’Europa, guardando alla piattaforma dei paesi più malati del mondo, gli Stati Uniti hanno iniziato il nuovo anno con più di 160.000 nuovi casi, superando la soglia dei 20 milioni. Sono quasi 350mila i morti. C’è il rischio che il prossimo mese ce ne saranno altri 100.000, secondo alcune previsioni. L’India, con oltre 10,3 milioni di casi, punta a vaccinare 300 milioni di persone entro la metà dell’anno, dopo aver dato il via libera ad AstraZeneca. Il Brasile supera i 7,7 milioni di casi. Purtroppo, il suo presidente, Jair Bolsonaro, ha aperto il 2021 con una nuova provocazione: tuffarsi in mare a San Paolo, lodato da una folla di sostenitori senza maschera.

Written By
More from Arzu

Coppa Italia, Lazio Parma 2-1: il portiere colombiano decide su un autogol al 90 ‘

Nell’Olympico si chiude con il punteggio di 2-1. Nel primo tempo due...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *