Crotone – Napoli 0-4: in gol Insigne, Lozano, Demet, Petagna

Gli uomini di Gattuso si spingono via travestiti. Lo Stroppa Team resta ultimo. Adesso gli azzurri sono a -1 dall’Inter

Dal nostro inviato Memo Malvitano

Night of Croton composta da Lorenzo Insigne. Capitano è il protagonista della seconda vittoria consecutiva dopo la vittoria sulla Roma. Il suo diritto di eseguire il primo bersaglio è una meraviglia. E lo è altrettanto quando propone di ridurre Luzano al doppio. Poi, Demme e Petagna valuteranno di concludere definitivamente la partita con il terzo e il quarto gol. Tanto Napoli, in termini di qualità, per il Crotone. Lodevole, in termini di impegno, ma tecnicamente inferiore a potersi preoccupare del gioco e dei personaggi napoletani.

Inedito

Il centrocampo di Gattuso è una novità assoluta. Tornano al 4-2-3-1 il tecnico del Napoli e in mezzo ci sono Demi e Bakayoko. La composizione dei centrocampisti è stata provata, ma questa volta non c’è Fabian Ruiz a giocare per la metà francese. Al suo posto c’è Demme, il cui allenatore tiene molta considerazione. In Croton c’è Cuomo al posto di Magallan nella composizione iniziale introdotta da Stroppa. Calabrion si affida a Simi nella fase offensiva, dove manca la squadra: sono 6 i gol segnati finora, di cui 2 a Sida e 4 fuori terra.

Impavido

Il Napoli ripropone la maglia bianconera a righe verticali, replica dell’Argentina, la stessa maglia che indossa contro la Roma, tre giorni dopo la morte di Diego Armando Maradona. È lecito scommettere che la decisione è arrivata, anche questa volta, per un fatto mitico. Il mito appare inefficace, almeno nella prima parte della gara. Un minuto dopo, infatti, Petagna mette il pallone a sinistra per dare un vantaggio alla sua squadra, ma il risultato è impreciso. Croton non è subordinato al valore dello sconto. In compenso, allo Scida, era già a pari merito con la Juventus. Quindi, non arrenderti all’attacco. Lo fa sulla destra, con Messias che costringe Coulibaly ad intervenire in modo scorretto: per lui primo giallo della serata.

READ  Coronavirus Toscana, Giani: "Sono 313 i nuovi casi". Le vaccinazioni sono più di 10mila / vivi

Single

Ma la differenza sta nell’individuo. Il Crotone corre bene e crea problemi quando va in mare con Reca a sinistra e Messias a destra. Al centro Benali e Petriccione proteggono bene il mezzo. E ‘ancora Petagna al 24’ ad avere la palla destra sulla sinistra per raggiungere il punteggio, ma la sua conclusione è stata respinta da Kordaz. A livello tecnico, il Napoli ha uno scudetto in più. Ed è proprio il capitano a esultare i compagni al 31 ‘con il solito destro che finisce al mirino, rendendo inutile la trasferta del portiere crotonese. Calabrion sfiora il pareggio al 37 ‘, cross di Molina su calcio di Voleich, subentrato alla Biennale. Istintivamente rifiuta Ospina.

Ottimo distintivo

Stavamo parlando della differenza tecnica. Una serata che ispira Lorenzo Insigne. Il capitano decide di alzare il livello della partita e al 58 ‘con il suo solito destro va al bonus dell’inserimento di Lozano: stop e tiro con il sinistro dell’attaccante messicano per il secondo gol del Napoli. All’inizio del secondo tempo Crotone è rimasto in 10 uomini per l’espulsione di Petriccione: entrare su Demme costringe Marinelli a rivedere l’azione dopo il segnale di Var. L’errore vale il rosso diretto. Con un giocatore in meno una partita del Crotone non ha più senso, il Napoli gioca tranquillo, timoroso di avere il possesso palla. Solo mezz’ora fa Gattuso ha chiamato in panchina Zelenskyj e ha rimesso Mertens nei suoi panni, riproponendolo alle spalle di Petania. Munajat Napoli segna il terzo gol al 76 ‘, Molina perde palla a centrocampo e Bakayoko scatena il tiro di Luznau. La croce messicana è stata toccata da Mertens per l’attuale pudore. Il destro del centrocampista tedesco chiude definitivamente la partita. Termina questa sera il quarto gol di Petagna.

READ  "Un'offerta a misura di Milan" - Corriere.it
Written By
More from Arzu

Nuovo DPCM: Calabria, Emilia-Romagna e Lombardia verso la Zona Arancio. Ultimi aggiornamenti

Il prossimo fine settimana sarà nella Zona Arancione (9-10 gennaio), ma a...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *