Fonseca: “Quando perdiamo, c’è chi pensa solo alla nostra distruzione: io so chi vuole il male della Roma”

Interviste Roma Cagliari Fonseca – tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso nel post partita. Roma CagliariLa partita è valida per la giornata 14 di Lega.

Fonseca a Dazen

Felice del risultato o non stabile nel secondo tempo?
Oggi era importante vincere, sono soddisfatto. Oggi abbiamo dimostrato che bisogna lottare fino alla fine, non ci sono partite facili. Il risultato non è giusto, abbiamo creato di più. Abbiamo molte opportunità. Sono soddisfatto dei tre punti e della prestazione.

Hai visto i fantasmi di Bergamo dopo il gol di Joao?
Ancora una volta abbiamo avuto un momento che potrebbe metterci nei guai. Abbiamo la capacità di essere una squadra che si concentra sempre, ma c’è stato quel momento in cui abbiamo perso la concentrazione.

Puoi spiegare la scelta di Christenty?
Abbiamo avuto una partita difficile con l’Atalanta e volevo far riposare alcuni giocatori. Chris è tornato ora, è difficile interpretarli tutti. La scelta di Cristante è la fiducia, mi piace come gioca lì ed era importante giocare e avere il possesso.

Spesso dà alla Roma l’idea di essere più al sicuro con i centrocampisti a tempo pieno, quindi prenderanno in considerazione l’idea di rotazioni regolari in futuro?
Devo pensare a tutte le soluzioni. Chi è il miglior giocatore, ora lo è. Pellegrini non ha giocato perché ha giocato tutte le partite e ha avuto un piccolo problema. Ma mi fido di tutti. Cambiarli non cambia l’intenzione della squadra. Pellegrini può giocare in tutte le posizioni, e oggi si è fatto avanti e ha giocato bene. È difficile per me scegliere dove potrebbe giocare Pellegrini.

Ha annuito a Dzeko quando è uscito, non capisci?
L’intenzione era di portarlo fuori a riposare, visto che aveva giocato tante partite. Ma quando abbiamo segnato, Villar si è detto stanco e ha chiesto a Dzico se poteva giocare di nuovo. Poi Villar ha detto che stava bene e non poteva uscire. Così sono tornato al primo piano.

READ  Coronavirus, le ultime notizie dall'Italia e dal mondo su Covid- Corriere.it

Tante critiche dopo l’Atalanta, ma sei terzo in classifica …
Sì, è la prima parte positiva della stagione. Siamo al terzo posto. Forse molte persone non sarebbero in grado di arrivare al terzo ora. Anche in momenti difficili come Napoli e Atalanta, la squadra ci ha sempre creduto. Oggi abbiamo dimostrato che la squadra è equilibrata e ha dato una buona risposta.

mercato?
Adesso pensiamoci. Quando torneremo giocheremo tante partite e dobbiamo pensare e scegliere bene.

FONSECA A ROMA TV

La Roma torna al successo, approfitta degli errori degli altri e mantiene il terzo posto …
Sì, ma la cosa più importante è vincere oggi. Lo abbiamo fatto e in buona salute. Questo punteggio non mostra qual è la partita, dobbiamo segnare più gol. Abbiamo avuto l’opportunità di fare un altro risultato. Era molto importante vincere qui dopo l’Atalanta. Non ci sono giochi facili come gli altri giochi offerti oggi. Era importante vincere e abbiamo vinto bene.

Nella ripresa la Roma arretra e il Cagliari riprende il ritmo …
È naturale che di fronte a una reazione di un avversario che perde, la squadra debba reagire nel migliore dei modi. Abbiamo subito gol senza far fare molto al Cagliari e abbiamo sbagliato perché non abbiamo più segnato e se lo facciamo manteniamo la fiducia. Abbiamo lottato fino alla fine per un risultato corretto.

Ha scelto di sostituire due difensori, Smalling e Ibanez, più Pellegrini. Li hai visti così stanchi o hanno subito la sconfitta di Bergamo più degli altri?
No, erano stanchi. Non possiamo dimenticare che Smalling è tornato abbastanza di recente, il che ora gli rende difficile fare tre partite. Ibanez era stanco e Pellegrini ha avuto un piccolo problema e ha deciso di non rischiare.

Per quanto riguarda la stampa, questa è una squadra con molti problemi, poi guardo la classifica, che è terza. Cosa vuoi rispondere a queste critiche ingiuste?
È sempre lo stesso: nel momento in cui perdiamo vogliono distruggere la Roma, ma noi restiamo in equilibrio. È dura, accettiamo le critiche giuste perché contro l’Atalanta abbiamo perso una partita importante. Ma in quei momenti in cui non vinciamo è sempre lo stesso, vogliono uccidere ingiustamente la squadra. Stiamo lavorando duramente per fare il meglio. La squadra fa un lavoro importante per ottenere ciò che vuole. Se avessimo detto prima che eravamo al terzo posto, non ci avrebbero creduto, ma il gruppo è unito ed equilibrato e questa è la cosa più importante.

READ  Neve su A7 e A26, autostrade per Terre | Dettagli avviso

Fonseca alla conferenza stampa

Il cross di Simeone e poi c’è il gol della Roma … poteva essere un errore, ma è andata bene
“Ma quanti palloni abbiamo perso prima di quel momento? C’è sempre la tendenza a dimenticare quello che sappiamo fare bene. Abbiamo vinto, ma questo punteggio non è giusto per me”.

Hai i punti in classifica che pensi di meritare?
“Possiamo fare più punti. Se avessimo tre o quattro punti in più, credo che sarebbe più giusto quello che faremo. Abbiamo avuto dei momenti difficili, come è successo nelle partite di Napoli e Atalanta, ma la squadra ha reagito molto bene alla sconfitta, che è stata difficile”. .

Qual è il confine tra Bergamo e oggi?
“Sono state due partite diverse, con avversari diversi. Per me è importante che la squadra interagisca in questi momenti in cui non si vince. L’importante per me è vedere che la squadra gioca con fiducia, e questo è importante per me ed è chiaro vincere”.

Ora capiva come andava: la partita è stata vinta, poi è salita, poi ha perso, e c’erano le critiche. Li ascolti?
“No. Ovviamente ho una squadra di comunicazione e ricevo notizie, ma non sono un allenatore che dà importanza a ciò che scrivi. Per me è importante mantenere l’equilibrio, se sentiamo tutto quello che viene detto, soprattutto nei momenti negativi, è difficile mantenere l’equilibrio. Sono qui da un anno e mezzo. E so chi vuole il male della Roma e chi aspetta solo il momento negativo per ferirli. Se c’è una critica giusta, la rispetto, ma qualcuno è ingiusto e aspetta che i rom perdano cercando di ucciderli. Non è vero ”.

READ  Natale alla Casa Bianca - The Post

Meritava di vincere, ma restava l’interruzione di inizio ripresa: sembrava di rivedere Bergamo. È stato un problema mentale e fisico?
“Era più un problema mentale. Dopo l’Atalanta sarebbe accaduto naturalmente e naturalmente ci sarebbe stata una reazione del Cagliari, ma non hanno creato molto. Ma è un problema mentale: la squadra voleva vincere questa partita e in un attimo abbiamo pensato che avremmo potuto giocare di più. Dovrebbe anche esserlo. Ringraziamo il Cagliari per la reazione ricevuta in quel momento “.

Roma sembra essere fortemente dipendente da Pedro e Mkhitarian, e quest’ultimo appare un po ‘inferiore oggi. Ti piacerebbe avere un sostituto a gennaio?
“Vediamo cosa può fare a gennaio. Mikhe ha giocato tutte le partite ed è naturalmente stanco”.

Buon Natale a tutti i giornalisti e fan e Buon Anno Nuovo.

I bambini sono scomparsi oggi?
Sì, sono soddisfatto. Oggi abbiamo giocato come guerrieri.

Villar, è nato il titolare?
Cresce e gioca bene, ma deve continuare a lavorare.

Come ha reagito la squadra alle parole dell’Atalanta?
Hanno risposto bene, hanno capito e concordato con quello che ho detto. Per me era importante capire cosa intendevo, e loro lo hanno accettato bene e sono stati d’accordo.

Smalling, quando sarà in buona forma, darà forza alla Roma.
Chris è fuori molto, è tornato ma non è in gran forma, dobbiamo lavorare per farlo sentire a suo agio fisicamente, è molto importante per la squadra.

Quando ha 14 esordienti, a quella squadra non manca nulla …
Con un gioco così intenso, è importante riportare tutti alla loro condizione fisica ideale

Written By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *