Governo “competente” per ciclisti? Con Cencelli Guide. Ministri: 15 politici e 8 tecnici. Quattro M5, 3 di FI, Pd, Lega. Uno per Iv e Leu. Novità: Singolani e Colau in Ecology and Digital

alla fine Mario Draghi In effetti ho seguito un modello Carlo Azeglio Ciampi. Ma anche lui doveva fare molto affidamento Massimiliano Senselli, Il democristiano che ha inventato il mitico opuscolo Questo porta il suo nome. Quindi, un governo competente nel suo aspetto politico è il risultato di un’attenta distribuzione dei seggi. Una divisione eseguita con bilanciere finisce inevitabilmente con un sacrificio di abilità ed esperienza. Dall’altra i partiti che hanno sostenuto l’ex presidente Banca centrale europea Sono quasi tutti presenti in Parlamento: trovare la piazza giusta è stato complicato.

Conferme, ricavi e rapporti: i dati del governo di Draghi – Il Vota fra Tecnici H Politica Uno a due: il primo è otto, il secondo è 15. Quattro ministeri vanno ad esso Movimento a 5 stelle, Il principale gruppo politico in Parlamento. All’esponente vanno invece tre decaturatori Lega, A partire dal Andiamo, Italia Nato a Pd: I partiti eletti nel 2018 più o meno lo stesso numero di parlamentari. Per gruppi più piccoli – L’Italia è viva H Leo – Trascorrere Un ministero ciascuno. Dopo numerosi annunci, le donne sono solo otto su un totale di 23 seggi: poco più di un terzo. L’età media sale a 54 anni, dopo i 48 per Conti 2 e 47 per Conti 1 (la seconda più giovane nella storia della Repubblica). I leader di partito non entrano, ma i numeri sono due (a Pd Andrea OrlandoPer l’università Giancarlo Giorgetti). Nove ministri sono stati ratificati dal precedente esecutivo, anche se per qualche motivo Pacchi Deve cambiare mandato e inviare un anno e mezzo di esperienza. Al governo sono entrati anche tre membri della Lega che erano già nell’esecutivo Giallo verde, Mentre tre degli esponenti Andiamo, Italia Tornano ad essere ministri dieci anni dopo l’ultima volta. Ma andiamo con ordine.

Europa e ripresa nelle mani di maestri e tecnici – Nove giorni dopo aver ricevuto l’incarico Sergio MattarellaIl mio ciclista è andato fino a Coli Risolvere la riserva e innalzare l’elenco dei ministri al Presidente della Repubblica Il partito che ha approvato e firmato i decreti di nomina: Si è deciso di prestare giuramento sabato 13 febbraio alle 12.00, poi il Presidente del Consiglio è uscito per leggere alla stampa l’elenco dei suoi membri di gabinetto. I medici sono praticamente identici a quelli del governo Conte. Non c’è più un ministero Affari europeiMentre i principali reparti da gestire Recuperare Tutti i tecnici addetti alla progettazione: segno che Draghi intende tenerla per sé e per le persone di cui si fida, Relazioni con l’Europa Che la creazione di un piano è accurata Fondi europei.

READ  Un vertice in corso tra governo, regioni e comuni. Lombardia, Piemonte e Liguria hanno imposto restrizioni di viaggio di oltre 70 anni

Tecnici: da Singolani a Colau – La principale novità è quella relativa al ministero che ha suscitato maggior interesse nell’opinione pubblica: es Trasmissione di energiaChiesto prima Baby Grillo Come condizione per sostenere M5s. Una nuova casa sostituisce un ministeroambient, Che assorbirà le efficienze energetiche attualmente assegnate ad altri ministeri. Il titolare del nuovo dipartimento sarà anche a capo di un comitato ministeriale che verrà istituito per la transizione energetica. Un ruolo delicato che ha posto fine alla scelta di Draghi sul lato fisico Roberto Singolani, direttore di Leonardo, Chi ha partecipato sommaLa conferenza annuale organizzata dall’istituzione GianRoberto Casaleggio. Ma era anche ospite di Leopolda A partire dal Matteo Renzi Basato su vedrò, Antico centro di pensiero Enrico Lita. In passato ha fatto una colonna per fattoquotidiano.it. Un altro tecnico che è recentemente tornato al centro di notizie politiche è Vittorio ColaoIl manager che Conte ha chiamato a guidare la task force alla ripresa della fase post-pandemia: domani guiderà Ministero dell’Innovazione tecnologica E il Trasformazione digitale. Il Ministero della giustizia: Lo guido io Marta Cartabia, L’ex presidente del consiglio di amministrazione precedentemente nominato Giorgio Napolitano. Eredita una sedia Alfonso Bonafide E una serie di riforme che sono sottili e fondamentali al suo interno Piano di recupero. Anche tecnici Christina MesaEx decano della Bicocca che va al college, H. Patrizio Bianchi, Ex consigliere regionale dell’Emilia-Romagna e sindaco di Ferrara, a cui va invece l’istruzione. Alla fine dell’infrastruttura Enrico Giovanini, Ex ministro con Mario Monti. Appuntamento assicurato in Economia Daniel FrancoDirettore Generale di Banca d’Italia, molto fedele a Draghi. Nella dimensione “tecnica”, è anche uno dei ministri riaffermati nel precedente governo: Luciana Lamorgues Guida ancora il Viminale come nel 2019. All’epoca la scelta era quella di depoliticizzare il Viminale dopo la stanca presenza di Matteo Salvini. Adesso la Lega governerà con il ministro che ha attaccato frequentemente in questi mesi.

READ  Decreto Natale 2020 permessi di viaggio: regole finali - Corriere.it

Politica: tra affermazioni e nuove voci (e poche donne) – Poi ci sono i politici. Quelle confermate dal governo Conte 2 sono per M5s Luigi Di MayoChe resta per gli stranieri, Federico de Inca, Alle relazioni sul Parlamento, Fabiana Dadon, che invece si sposta: se ne va Pubblica amministrazione E va alla politica giovanile. Anche il Ministero del Cambiamento Stefano PatanelliIngegnere di professione: lascia perdere Progresso economico E va all’agricoltura. Il Pd afferma Dario Franceschini alla cultura – da cui il turismo è separato – H. Lorenzo Guerrini Per difendere. Entra il governo, il Ministero del lavoro, Andrea OrlandoPer l’attuale vice segretario del Pd è la terza volta che ricopre la carica di ministro dopo i precedenti ministri del Ministero dell’Ambiente e dell’Ambiente giustizia. Leo viene confermato Roberto Speranza Alla salute, mentre L’Italia è vivaQuello che ha provocato la crisi con le dimissioni dei suoi ministri, ripristina le pari opportunità Elena Bonetti: Meno di un mese dopo, la Renziana è tornata su una poltrona lasciata a litigare con il governo Conte. Poi ci sono gli altri partiti passati dall’opposizione alla maggioranza. Cricca Salvini Torniamo al governo e alla piazza Giancarlo Giorgetti, Ex agente del governo giallo e verde per lo sviluppo economico. Erica Stephanie, Ministro per gli Affari regionali del governo del Conte 1, guida il ministro della Disabilità, dipartimento creato su sollecita richiesta di Salvini. Massimo GaravagliaIl vice ministro dell’Economia per il governo giallo e verde torna a capo del gabinetto ricostituito turismo. Anche per Andiamo, Italia Tre poltrone e tre di ex ministri, che non fanno parte dell’esecutivo da giorni Silvio Berlusconi: Dopo, dopo Dibattito acceso Dal 2008/2011 Renato Brunetta Riprende all’inizio di Pubblica amministrazioneMara Karvijna – ex proprietaria di Pari Opportunità – riceve un Sud Coesione sociale, Maristella Gelmini, Uno dei ministri dell’istruzione più contestati di sempre, è invece passato a Affari regionali. Il vicepresidente del consiglio è Roberto Garofoli, L’ex Primo Ministro del Ministero dell’Economia che si è dimesso nel dicembre 2018 in una discussione con Movimento a 5 stelle.

READ  Covid, Regno Unito ha esteso il blocco ad altre regioni. In Germania, altre 962 persone sono morte entro 24 ore. Corazzato Madrid fino al 6 gennaio

Governo del Nord – E se Draghi a livello politico ha già fatto la sua lista SensatamenteLe cose sono andate diversamente geograficamente. Per prevalere nel nuovo governo sopra ogni cosa Nord Italia, In modo schiacciante di 9 Lombardia (Cartabia, Guerrini, Giorgetti, Singolani, Mesa, Colau, Gelmeni, Bonetti, Garavaglia). Il quadro delle regioni settentrionali si completa con Piemonte (Dadon), Liguery (Orlando), Friulano (Patuanelli), quattro veneziani (Bronta, Stephanie, Franco e Di Inca, questi ultimi due originari di Belluno) e due emiliani (Franceschini e Bianchi , entrambi ferraresi). Il Centro Italia vede il Lazio (Giovanini) e quattro ministri per il Mezzogiorno: due campani (Di Maio, Carvagna) e due lucani (Speranza e La Morguezzi, entrambi nati a Potenza).

Di seguito è riportato l’elenco dei ministri di gabinetto di Draghi:

Ministri senza portafoglio

Vice Presidenza del Consiglio dei Ministri: Roberto Garofoli

Ministro dei rapporti con il ParlamentoFederico D’Incà (M5s)

Ministro dell’innovazione tecnologica e della trasformazione digitale: Vittorio Colau (tecnico)

Ministro della Pubblica Amministrazione: Renato Brunetta (Forza Italia)

Ministro degli affari regionali e dell’autogoverno: Maristella Gelmini (Forza Italia)

Ministro del Sud e della Coesione regionale: Mara Carvigna (Forza Italia)

Ministro delle politiche giovanili: Fabiana Daddon (M5s)

Ministro per le pari opportunità e la famiglia: Elena Bonetti (Italy Alive)

Ministero dei disabili: Erika Stephanie (Liga)

Ministeri con un portafoglio

Ministero del Turismo: Massimo Garavaglia (Lega)

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: Luigi Di Maio (M5s)

Ministero dell’Interno: Luciana Lamorgese (tecnologia)

Ministero della giustizia: Marta Cartabia (Tecnica)

Ministero della Difesa: Lorenzo Guerini (PD)

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze: Daniel Franco (tecnico)

Ministero dello Sviluppo Economico: Giancarlo Giorgetti (Lega)

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali: Stefano Patuanelli (M5s)

Ministero della trasformazione ambientale: Roberto Singolani (tecnico)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: Enrico Giovanini (tecnico)

Ministero del lavoro e delle politiche sociali: Andrea Orlando (PD)

Il ministero dell’Istruzione: Patrizio Bianchi (Artista)

Ministero dell’Università e della Ricerca: Christina Mesa (tecnico)

Ministero della Cultura: Dario Franceschini (PD)

ministero della Salute: Roberto Speranza (Leo)

Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *