I dati del Corona virus oggi, giovedì 3 dicembre

Nelle ultime 24 ore in Italia È stato registrato 23.225 nuovi casi di coronavirus e 993 decessi dovuti a COVID-19. Attualmente sono 35.369 i ricoverati (701 in meno rispetto a ieri), di cui 3.597 in terapia intensiva (19 in meno rispetto a ieri) e 31.772 in altri reparti (682 in meno rispetto a ieri). È stato analizzato un totale di 226.729 tamponi. Il 10,2% dei tamponi riportati era positivo. Ieri sono stati registrati 20.709 feriti e 684 morti.

La regione più colpita è stata la Lombardia (3751). Seguono Veneto (3581), Piemonte (2230), Campania (2295), Lazio (1769), Emilia-Romagna (1766) e Puglia (1602).

Le contee in cui è stato confermato il maggior numero di casi sono Roma (1636), Milano (1311), Torino (1214), Napoli (1188), Verona (847), Bari (721), Padova (688), Catania (663), Vicenza (597).

Le principali novità di oggi:

  • Il Consiglio dei Ministri, che ha concluso i suoi lavori mercoledì e giovedì sera Approvato il decreto legge, Con nuove procedure di viaggio per far fronte alla diffusione dell’infezione da virus Corona durante il periodo natalizio. Il decreto estende dagli attuali 30 ai 50 giorni la validità massima dei decreti del Presidente del Consiglio (DPCM) per un’emergenza Coronavirus. Per quanto riguarda la circolazione durante le vacanze, il Decreto Legge prevede che dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 non sarà possibile spostarsi tra le varie regioni (comprese le Province Autonome di Trento e Bolzano) se non per spostamenti motivati ​​da comprovate esigenze lavorative, e posizioni per motivi di necessità o Salutare. Ma nello stesso periodo sarà possibile rientrare nella propria residenza o domicilio.
  • Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato anche il trasloco in seconde case situate in una regione o provincia autonoma diversa dall’abitazione. Nei giorni 25 e 26 dicembre 2020 e 1 gennaio 2021 saranno vietati anche i viaggi tra comuni diversi, con le stesse eccezioni per accertate esigenze lavorative, casi di necessità o motivi di salute.
  • Emesse le Regioni Indipendenti e la Conferenza provinciale comunicato stampa Dove i presidenti delle regioni hanno espresso “sorpresa e rammarico per il metodo seguito dal governo, che ha approvato, ieri sera, il decreto legislativo n. 2 dicembre 2020 n. 158, in assenza di un preventivo confronto con la regione”. Secondo il documento del convegno, questo metodo “contraddice lo spirito di leale collaborazione, che viene sempre seguito durante le emergenze, tenendo conto, inoltre, che la scelta è prevedibile anche nell’ambito di un confronto preventivo che si è svolto solo 48 ore fa”.
  • Il nuovo DPCM invece darà attuazione alle Regole Generali, che entreranno in vigore dal 4 dicembre: dovranno essere approvate giovedì sera. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte Pubblicizza Giovedì, alle 20:15, si terrà un convegno in cui illustrerà i dettagli della sentenza.
  • Il DPCM dovrebbe contenere regole per i viaggi tra regioni che saranno in vigore fino al 20 dicembre e al termine delle vacanze di Natale, confermare il coprifuoco alle 22:00 e ad esempio gli orari per le attività commerciali (inclusi i ristoranti) durante il periodo natalizio. Le regole stabilite nell’ordinanza per i giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno saranno applicate su tutto il territorio nazionale; Per quanto riguarda le altre giornate bisognerà attendere il prossimo DPCM e chiarimenti da parte del governo sulle regole regionali che si basano sui diversi colori (giallo, arancio e rosso).
READ  CTS rifiuta le linee guida di Regions-Corriere.it

Written By
More from Arzu

“Punizione per altri 3 mesi, Rt deve essere ridotto”

“Questa è una corsa lunga”, avverte Alessio D’Amato, Consigliere Sanitario Lazio, l’uomo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *