I rossoneri erano molto sperimentali e l’Inter non ha cambiato il ritmo. E la Juventus è la proposta di Corriere.it

MIlan e l’Inter hanno chiuso con manifestazioni opposte. Il Milan cade nella partita più normale che perde (Ecco il commento di Milan-Atalanta 0-3), Porta quello Squadra demo contro la squadra più organizzata del campionato. Erano piccoli trucchi che erano stati fatti prima, ma mai veramente spinti così lontano Principianti e invenzioni di giochi di ruolo. C’era un segno di limiteIl calcio è un’invenzione ma non è il divertimento delle idee, tutto deve essere significato ed esperienza. Queste sono le cose che sa il Milan, altrimenti non le avrebbe comprate più di chiunque altro sul mercato come prima cosa in programma. Se lo prendi perché non l’hai fatto. Sabato era quella festa.

Le conseguenze saranno misurabili quando la squadra tornerà nel core team, e penso soprattutto ai ritorni Bennacer e Kalhanoglu. La squadra però ha cercato di essere il Milan anche con lo spirito inventivo, e non è stata chiusa, ma piuttosto oscurata dal contropiede. Forse questa è la lezione. Ci sono giochi in cui quel giorno è richiesta delusione e smettere di ingegno di fronte a un avversario più forte. Gestire la tua dipendenza è la parte più vera del potere.

Contro l’Inter. Nei tre semi-tornei di Conte ha segnato 41 punti di media. È vero. Non è mai cresciuta e il suo ritmo non è mai cambiato. Non promette niente di più. Cosa, resta da vedere se è abbastanza. A Udine ha giocato la classica partita dell’Inter: Troppi cross, troppi colpi falsi nell’ultimo passaggio. È un vecchio gioco, direi un classico, ed è molto riconoscibile. Questa è la differenza con il Milan. Uno è sempre uguale a se stesso, l’altro è aumentato di 18 punti e rimane variabile. A questo punto dipende anche dagli avversari. Non c’erano fino a ieri, sono tornati oggi. Forza dell’Inter che ha una base di punti garantita. Questo è del Milan, che non è chiaro quanto possa fare insistendo sulle partite. Ha già fatto tanto ma può anche fare di più.

Intanto l’Atalanta è cresciuta molto, Ilicic, in questo inverno calcistico, è un’influenza di Messi. Pesena dalla nazionale E non c’è dubbio che Mancini lo contatterà. Se completi il ​​calcio Atalanta in quello spazio. La Juventus è più una proposta che un fatto profondo. Non mi sembra che Pirlo sia il problema. C’è una grande tecnologia ma c’è anche una confusione tra ruoli e gestione. Dissipare il potere. Vorrei vedere il Milan fino in fondo, quella benedizione che ha nel gioco, quella fratellanza che non dura negli anni ma può dare abbastanza per vincere subito. Vorrei dire che siamo pronti per ricominciare.

READ  "Punizione per altri 3 mesi, Rt deve essere ridotto"

24 gennaio 2021 (modifica il 24 gennaio 2021 | 07:13)

© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Francesco Oppini: Questa sera ha scelto la sua uscita dalla Casa di #GFVIP – Grande Fratello VIP

Pretty Rose Viene convocato da Alfonso a Superled, poiché dovrà prendere una...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *