Napoli Fiorentina 6-0: i gol e la partita più importante di campionato italiano

5 ‘e 72’ sulla perforatrice. Insigne, 36 ‘Demme, 38’ Lozano, 45 ‘Zielinski, 89’ Politano

Napoli (4-2-3-1): Ospina. Hisage, Manolas (79 Rahmani), Coulibaly, Mario Roy; Dim, Bakayoko; Lozano (62 ‘Politano), Zelensky (73’ Elmas), Ensin (79 ‘Cioffi); Petagna (73 ‘Mertens). Tutti. Gattuso

Fiorentina (3-4-2-1): Dragovsky. Igor Milinkovic (85 ‘Martinez Quarta), Gere. Pesela. Vinote, Amrabat (85 ‘Borga Valero), Castroveli (74’ Bulgar), Piraghi; Calikhon (74 ‘Bonaventure), Ribery (46’ Kouma); Vlahovich. Prandelli greggi

Ammonite: Distintivo (n)

La Maradona è uno spettacolo di Napoli. Golda. 6-0 che alza il livello degli attaccanti di Gattuso: due gol e un passaggio decisivo per Insigne, capitano assoluto della partita e già capace di battere (9) il suo bottino di gol di tutta la scorsa stagione (8). Due passaggi e tanto “lavoro sporco” di Petagna, oltre a Lozano e Zielinski in rete, oltre a Demme e Politano nel finale. Mertens si rivede dopo un mese lontano dai campi. Non poteva esserci stile migliore per il Napoli in Supercoppa contro la Juventus a metà settimana, contro una Fiorentina pericolosissima capace di creare tante occasioni quasi quanti i gol del Napoli. Gioco a senso unico? Certamente non nel primo tempo, perché Viola si è divertita C’è una (alta) possibilità per ogni scommessa, Prima dell’attacco dei blues e del party game. Alla fine il risultato è molto chiaro e permette a Gattuso di fare un salto istantaneo contro la Juventus valutazione E il rapporto con la Roma che ha perso nel derby al terzo posto. Viola è rimasta all’età di 18 anni.

la partita

Nel classico napoletano 4231: Coulibaly rientra da 1 ‘, Chi ha già giocato 90 minuti in Coppa Italia, mentre torna Manolas guai. In mezzo manca Fabian Ruiz, risultato positivo a Covid: prende il suo posto Demi, accanto al confermato Bakayoko (e vincitore del match al 90 ‘dell’ultimo turno). Mertens è tornato, ma è solo in panchina. Ancora una volta Lozano, Zelensky e Insigne sono dietro a Betania. Invece, i sospetti di Eve Prandelli furono risolti. In attacco è il Tridente: torna Ribery (assente nell’ultimo torneo e in Coppa Italia), e con lui il grande ex Calekhon, entrambi dietro a Vlahovi ش. Il suo successore fa la tedesca Pezzella, in dubbio, su Eva.

READ  Torneo rivoluzionario: errori di Pirlo, di squadra e di club. Il cambio di unità è diventato un impegno. L'assenza di Arthur è pesante, perché non concentrarsi sull'alternativa naturale? Proteste Juventus: Agnelli, Nedved e Paraci in libertà vigilata

Pronto e via, lo spettacolo è iniziato subito In effetti, il primo gol dura solo cinque minuti: Cross di Lozano, Petagna lavora in area dietro la porta e aiuta Insini. Guardando il tabellone del primo tempo, sembra che stia iniziando un lungo monologo blu, non lo è. La Fiorentina ha infatti tre grandi possibilità di pareggio, Tutto in dieci minuti. Al 23 ‘cross di Biraghi (deviato da Demme) che afferra la traversa, al 27’ Ospina batte Ribery in area, e così, al 32 ‘ancora Biraghi sfiora la rete toccando il palo. Poi la squadra di Gattuso si è ripresentata dieci minuti dopo: tante occasioni quante quella creata da Viola, ma tutte sono a segno. 36 ‘, 38’ e 45 ‘: Demme in cassettiera segna il 2-0 sul secondo passaggio di giornata per Petagna; Lozano nel taglio “alla Callejon” e sul fascino di Insigne fa il tris; Quindi Zielinski lascia cadere l’attizzatoio con il piede destro dalla sporgenza. Cinque tiri e quattro gol. intervallo.

Prandelli sostituisce il ribery con la coam. Raddoppia l’attaccante e Fiorentina non si arrende, ma la porta sembra ancora incantata: Vlahovic supera Ospina per uscire con un tocco sotto il 55 ‘, ma questa volta a negare il gol è un Salvataggio sulla linea Coulibaly. Così cambia: Politano a favore di Lozano, ma soprattutto doppietta personale di Insigne con un calcio di rigore al 72 ‘. La partita è ormai definitivamente chiusa: Torna in campo anche Mertens, assente dal 16 dicembre (Alla nostra pagoda zoppicante)E il Ha anche diamanti. Mentre sul fronte opposto dentro Bolgar e Bonaventura. Nell’esordio nel Campionato Cioffi Class 2002, minuti anche per Rahmani, Borja Valero e Martinez Quarta, e un nuovo gol: Politano a segnare in contropiede. Partita, girone, partita del Napoli.

READ  Rebelo de Sousa è stato rieletto presidente del Portogallo
Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *