Napoli, scontri nella prima notte del coprifuoco. Proteste contro de Luca

Un migliaio di giovani insabbiati, tra cui molti del circolo degli “oppositori” e oltre, sono scesi in piazza a NapoliIn prima serata il coprifuoco alle 23, in segno di protesta contro l’anti-escalation lanciata dal governatore della Campania Scritto da Luca. Ci sono stati scontri con la polizia – un centinaio di poliziotti antisommossa -, lacrimogeni e fuochi d’artificio, soprattutto davanti all’edificio regionale.

Lockdown, De Luca: “Abbiamo chiuso tutto per 30-40 giorni, oggi segna 2.280 punti positivi. Non voglio vedere camion con bare. “

Un bidone della spazzatura è stato dato alle fiamme, mentre gli agenti sono stati gettati in bottiglie di vetro. I manifestanti sono scesi in piazza organizzati da Tamam Tamm sui social media. Un giornalista di Sky TG24 è rimasto ferito e spinto in un’auto durante gli scontri.

Covid a Napoli, malata di cancro e positiva: 10 ore in ambulanza in attesa di un posto in ospedale

Per non protestare neanche contro i commercianti e i piccoli imprenditori che lo hanno fatto pacificamente in queste ore Napoli Rispetto a Salerno, ma i giovani si sono radunati nelle zone solitamente frequentate dagli universitari e dall’antica galassia. Il presidente de Luca ha dichiarato: “Siamo a un passo dalla tragedia, abbiamo bisogno di un blocco nazionale”, poiché i casi di virus Covid hanno superato i 19.000 casi in un giorno, spiegando la pressione che proviene anche da scienziati e da parte della maggioranza affinché il governo attui un intervento radicale per fermare l’ascesa Improvvisa nella curva epidemiologica. “Dobbiamo evitare un secondo blocco generale”, dice al momento il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

READ  Chi sono i nuovi concorrenti?

Ultimo aggiornamento: 24 ottobre, 10:55


© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Covid Perrin alza la voce: “Non siamo superficiali”

Mattia Beren È stato uno dei primi giocatori a raggiungere i risultati...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *