Oggi il nuovo Dpcm, verso la chiusura del palazzo alle 18

per me Bollettino del Ministero della Salute 19644 nuovi casi sono stati individuati nelle ultime 24 ore, per un totale di oltre 500.000 feriti dall’inizio dell’emergenza. Il numero di wipe eseguiti è stato 177.669, 4.300 in meno rispetto al giorno precedente. E il numero delle vittime è aumentato, 151 in un giorno, portando il numero totale a 37.210. Per riscontrare un così grande aumento delle vittime, dobbiamo tornare indietro di cinque mesi, al 21 maggio, quando erano 156. Dati sugli aumenti nelle ultime 24 ore Regione per regione:

Lombardia: +4.956 (148.601 casi totali)

Piemonte: +1.548 (53.248)

Emilia-Romagna: +1.180 (45.542)

Veneto: +1.729 (42.869)

Campania: +1.718 (36.023)

Lazio: +1.687 (32.697)

Toscana: +1.526 (29.427)

Liguria: +1.035 (22.394)

Sicilia: +886 (16.202)

Puglia: +631 (14031)

Marzo: +274 (10.919)

Friuli Venezia Giulia: +412 (7.827)

Abruzzo: + 375 (7.700)

PA Trento: +162 (7.688)

Sardegna: +329 (7.564)

Umbria: +525 (6.832)

Bolzano PA: +277 (6.095)

Calabria: +166 (3.611)

Valle d’Aosta: + 112 (2428)

Basilicata: +50 (1.619)

Di Molly: +66 (1.192)

Oggi è prevista la firma del nuovo Dpcm: “Dal 26 ottobre 2020 le attività di ristorazione (inclusi bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) sono sospese la domenica e i giorni festivi; negli altri giorni è consentito l’ingresso fino alle 5.00 18.00 “, è ciò che fornisce, tra le altre cose, Sabato è stata pubblicata una bozza. Scali da teatri, cinema e casinò e, secondo il progetto, è altamente raccomandato che le persone non si trasferiscano dalla loro città. Le scuole, anche le medie, restano presenti. Per allentare il nodo sfalsato.

READ  Coronavirus, 24mila contagi e 274 morti nel Regno Unito. Più di 18mila casi in Germania. Belgio bloccato: `` misure dell'ultima occasione ''
Written By
More from Arzu

Napoli, scontri nella prima notte del coprifuoco. Proteste contro de Luca

Un migliaio di giovani insabbiati, tra cui molti del circolo degli “oppositori”...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *