Rischio crisi di governo e ristoro. In stand by con un unico assegno e l’imposta sul reddito delle persone fisiche, non corrispondono alla deviazione

Il Crisi governativa Ne impedirebbe anche di nuovi RinfreschiPiù urgente che mai con il lungo contrattaccoMalattia di coronavirus. Questo è l’avvertimento lanciato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri Con un messaggio che tutto il Pd manda a quasi l’ex alleato del governo. Se Italia Viva perde il sostegno all’esecutivo giallorosso, questa è la logica del titolare di via XX Settembre, per cui il governo “in piena funzione” non può più riunirsi per chiedere alle Camere una nuova uscita da almeno un punto e mezzo del Pil, circa 24,25 miliardi. Per contrastare ancora una volta i danni più urgenti della pandemia attraverso nuove borse di studio, rifinanziamenti di cassa integrazione e nuovi fondi per la salute, almeno tre miliardi, metà dei quali andranno a incentivare gli acquisti di vaccini.

Il Parlamento, infatti, si prepara già a ricevere la richiesta con finestra per votare la prossima settimana, per far sì che il decreto Reside 5, che ormai nessuno definisce “definitivo”, possa vedere la luce entro la fine del mese. Ma non è solo l’emergenza che rischia di rimanere senza risposta se finisce Il conteggio è duplicatoIl viceministro Antonio Misiani, anche lui di via XX Settembre, ricorda sempre, “altre misure fondamentali per l’economia e il lavoro”, come la riduzione dei contributi per i lavoratori autonomi, introdotta con l’ultimo esercizio ma che deve dare attuazione ai decreti perché entrino in vigore, e soprattutto Qualcosa, risorse extra per essere davvero quell’anno “bianco” promesso prima di Natale. “Stiamo lavorando per questo”, sottolinea Nunzia Catalvo, a patto di poter, infatti, richiedere la nuova deviazione. Il ministero è guidato da asso 5 stelleInoltre, ha una serie di azioni di enforcement da attuare, come quelle per il nuovo programma Gol per aiutare i disoccupati a trovare lavoro e anche quelle per la formazione legata all’ISCRO, un “saggio” per i lavoratori autonomi che si crea sempre con un azzardo. E dovrebbe sistemare subito gli ammortizzatori, in modo che non si spengano impreparati a fine marzo quando i lavoratori vengono licenziati, e riformare anche le pensioni alla scadenza della quota 100.

Il fascicolo raggiunto dai difensori leghisti durante le scaramucce sulla manovra. Anche l’intera gamma di premi nella legge di bilancio, dai rubinetti a quelli per gli acquisti di veicoli elettrici a basso reddito, a quelli per i vetri e persino i kit per telefoni cellulari, non possono essere richiesti senza le regole dettate da molte decisioni ministeriali. Che in molti casi dovrebbe essere lanciato entro le prossime due o tre settimane, entro la fine di gennaio. In caso di crisi di governo, potrebbe rimanere in attesa anche uno degli ultimi “pilastri” della manovra, l’introduzione dell’indennità per una persona sola. Il susseguirsi dei decreti anticrisi ha bloccato l’esame del disegno di legge da parte del Parlamento, che deve ancora essere programmato al Senato.

READ  Formula 1, in Ferrari, tutto è nero: Vettel è così intenso, Leclerc china la testa

Crisi di governo, il dilemma di Irbv

Il comitato di lavoro dovrebbe riprendere i ranghi mercoledì, e il voto a Palazzo Madama potrebbe comunque non essere un problema, visto il consenso già raggiunto in Consiglio la scorsa estate. Ma mettere in atto decreti esecutivi sarà poi responsabilità del governo e del ministero della Famiglia, guidato per il momento da Italia Viva. Può essere un metodo di riparazione più complicatoImposta sul reddito delle persone fisiche: Al momento c’è la richiesta di Liu di congelare le audizioni avviate dalle commissioni finanze della Camera e del Senato, in attesa dello scioglimento del caos politico delle scorse settimane, che l’Italia interpreta la FIFA come una vendetta sui Renzin. Se dovessimo entrare nei vantaggi, sarebbe molto difficile trovare una vera combinazione degli attuali alleati, ma il progetto diventerebbe quasi impossibile se si allargassero gli orizzonti della maggioranza.

Ultimo aggiornamento: 20:41


© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Juventus-Cagliari 2-0 dopo 45 minuti. Doppio Ronaldo: è irrefrenabile

Torino – Dominio Juventus Nella prima metà, Ronaldo Irreprimibile Il Cagliari, volenteroso...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *