Salvini ordinerà ai ministri Lega, M5S che rischiano di dividersi

Il Consulenze Mario Draghi Per cercare di formare un nuovo governo, la maggior parte delle forze politiche ha ora espresso le proprie posizioni.

Ciò non significa che le sorprese siano finite.

Nella prima giornata di consultazioni, il neo nominato Primo Ministro ha incontrato a Montecitorio Action, Radicali italiani di Hybrid Camera Group, Europa +, Maie, Centro Dém e Qratia, Europeisti-MAIE e Cambiamo. Tutte queste componenti hanno confermato la loro disponibilità a sostenere la banca.

Venerdì 5 febbraio, Mario Draghi ha continuato ad avere pieno supporto da PD un Italia FIFA Fino a Andiamo, Italia. Il primo non viene da Fratelli d’ItaliaCon Georgia Meloni che continua a premere il pulsante delle elezioni. Tuttavia, ora sembra che sia l’unica che li vuole tra i leader delle potenze maggioritarie.

Matteo Salvini, segretario della Lega, venerdì attendeva l’apertura davanti al governo di Draghi, parlando del fatto che non è a Caruccio.Mezze cose“.

Per l’entusiasmo della maggior parte (dal punto di vista della rappresentanza parlamentare) del centrodestra, Libero e uguale Sembra ancora riluttante ad unirsi nell’oscurità a un’alleanza con Salvini e Berlusconi, motivo per cui vuole vedere prima il programma. In effetti, è ormai noto che ci sarà un secondo ciclo di consultazioni più breve. Ancora un fattore sconosciuto Movimento a 5 stelleAnche se una telefonata di Grillo-Draghi sembrava avermi rassicurato.

Governo di Draghi, sintesi di venerdì 6

Giornata impegnativa a Montecitorio per Mario Draghi, che, rispettivamente a partire dalle 11, ha incontrato rappresentanti di Autonomie, Liberi e Uguali, Italia Viva, Fratelli d’Italia, Partito Democratico e Forza Italia. Tutti tranne i Fratelli d’Italia hanno annunciato che avrebbero sostenuto il governo.

Le più avvincenti, per ora, sembrano essere Forza Italia e Italia Viva. Il Partito Democratico è più titubante e, sebbene abbia già confermato il suo appoggio, ha ribadito che non si farà alcun passo “.Sull’ancoraggio europeista, sull’equità fiscale, sul tema della giustiziaLo ha detto a Radio Anchio il ministro degli Esteri Nicolas Zingaretti.

READ  Formula 1, in Ferrari, tutto è nero: Vettel è così intenso, Leclerc china la testa

Secondo il segretario nazionale della sinistra italiana, Nicolas Frattoyiani, non è ancora chiaro quale sarebbe la natura della proposta di Draghi. A tal fine, sarà necessaria una seconda serie di consultazioni per un’ulteriore valutazione. Certamente Frattoyiani ha scritto su Facebook che il partito non poteva.Sostieni il governo che vuole flat tax o austerità“.

Oggi la questione dell’ingombrante esistenza dell’Associazione è sempre più palpabile. Parlando con Rainews, Matteo Salvini ha dichiarato:Non facciamo le cose a metà, se ci siamo allora ci siamo, altrimenti collaboriamo con l’opposizione come abbiamo fatto nell’ultimo anno e mezzo.Nelle ultime ore si è parlato di una possibile carica di ministro per Giancarlo Giorgetti.

Per il nuovo esecutivo, Salvini potrebbe chiedere anche a Draghi dei ministri della Lega di attuare i sei punti cardine del programma (assenti dall’immigrazione): tagli del cuneo fiscale, demolizione di pratiche, riforma della giustizia, cantieri, un nuovo piano di vaccinazioni e utilizzo del denaro NGEu . Il segretario di Caruccio incontrerà alle 11 l’ex presidente della Bce, e sarà accompagnato dai capigruppo di Romeo e Molinari.

La modalità M5S è sensibile. il fatto Quotidiano Parla di una telefonata di due ore tra Draghi e Grillo, in cui il banchiere avrebbe convinto il fondatore a 5 stelle a sostenere il suo governo.

Manca a Paula Taverna la delegazione del movimento, alla quale parteciperà lo stesso fondatore e garante Grillo.

Attraverso un post su Facebook, Alessandro de Batista ha ribadito la sua opposizione al governo di Draghi:Che cos’è un politico al potere con Pd, LeU, Forza Italia, Più Europa, Centro Dédém, Galatea e forse Lega Nord? Ogni ora che passa, per me, i motivi si aggiungono al motivo per cui ho detto “no” al mio ciclista“.

READ  A marzo, l'inverno crudo e la neve possono tornare in pianura. Spieghiamo quante possibilità ci sono »ILMETEO.it

Anche il Movimento Cinque Stelle potrebbe finire per sostenere Draghi, a patto che si tratti di un governo politico più che puramente tecnico: un punto su cui molti altri partiti concordano.

Il governo di Draghi: la situazione

è finita Il primo giorno di consulenza Di Mario Draghi.

Ex Banca centrale europea numero uno, che ha accettato il mandato ricevuto Sergio MattarellaSi impegna infatti a creare una maggioranza parlamentare.

Un compito che non sembra molto facile, anche se in realtà sembra che questa prima giornata abbia disegnato a Immagine meno sfavorevole Rispetto a quanto originariamente stimato.

L’attuale scenario politico vede infatti A. Sì al mio ciclista Che include Zingaretti, Di Maio, Renzi E il primo ministro uscente Giuseppe Conte.

A destra, sembra che al momento ci siano diverse divisioni: sì, certo Berlusconi, La lega spaccata tra le posizioni opposte espresse da Salvini (che detta il veto) e Giancarlo Giorgetti (“I draghi sono universali che non possiamo abbandonare.”). Non prosciuga di Giorgia Meloni E buona parte della Confraternita d’Italia.

Ma, al di là degli annunci, resta da capire ora quali forze politiche saranno effettivamente pronte Sostieni il governo Draghi in ParlamentoSenza il voto affermativo per il Movimento 5 Stelle o per la Lega, non ci sarà fiducia nella sala.

Ecco dunque l’ipotesi A. Il governo politico e non tecnico di DraghiQuindi, alla presenza di ministri di vari partiti. Una soluzione che potrebbe accontentare i cinque stelle, con Giuseppe Conte che propone anche un ruolo nell’esecutivo.

Sotto tutte le fasi salienti e Detti con maggiore evidenza Nella prima giornata di consultazioni, che hanno visto davanti al neo presidente del Consiglio in carica i gruppi di lavoro, i radicali italiani di Hybrid Camera Group e quelli di + Europa, Maie, Cd, Europeisti-Maie, Nci e Cambiamo.

Written By
More from Arzu

Il messaggio che Vito Creme lo ha espulso dopo l’addio di Conte a Palazzo Chigi – Libero Quotidiano

Ieri, sabato 13 febbraio, lo abbiamo visto piangere su una finestra di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *