TMW – Atalanta, braccio di ferro con Gomez. Inter in avanti, per capire coetanei

BMW

L’addio di Alejandro Gomez sembra essere stato scritto ora. L’intervista di oggi Sicuramente non ha spento il fuoco divampato sotto le ceneri, anche perché Antonio Percassi ha deciso di non esporsi dopo un mese di battibecchi, sperati ribaltamenti, richieste di appuntamento e battibecchi negli spogliatoi, e di stare apertamente con l’allenatore. Una cosa che Gomez aveva compreso appieno due settimane fa, con l’uscita sui social che ha suscitato molto scalpore prima della partita contro la Juventus, è un trio in cui sono state trasmesse le grandi parole.

Babu non cambia se stesso – Com’è possibile che tutto sia cambiato in un mese? Gomez è stato il primo a sbagliare, rifiutandosi di spostarsi a destra, Gasperini ha messo benzina sul fuoco negli spogliatoi, poi lo stesso Babu ha risposto chiedendo scuse mai arrivate dall’allenatore. Questione di principio. Due settimane fa, prima della mancata convocazione contro la Roma, l’amministrazione era convinta a ristabilire il rapporto. Il problema, oltre alle scuse, era anche contrattuale: dopo la vittoria c’era la promessa di rinnovo fino al 2024, cosa che dopo non è avvenuta.

Età, stipendio e reddito – Gomez compirà presto 33 anni e in arrivo nel 2024 sarà un processo di 36 anni e uno stipendio molto più alto di chiunque altro. Nessuno supera i 2 milioni, l’argentino sì. Questo è il motivo per cui prevedere la rivoluzione non è un problema del genere. L’Atalanta perde MVP negli ultimi anni, ma perde anche la busta paga più grossa, blocca una plusvalenza e chiederà comunque una donazione a chiunque arrivi. L’Inter ha raggiunto l’accordo con Papu (fino al 2023, 2,5 milioni di euro più un’opzione per un’altra stagione) ma non con l’Atalanta. I bergamaschi chiedono del Perola, la risposta è picche, l’Inter propone Oristano che però non può essere sostituito con Papu. I rapporti con Suning sono ottimi e l’impressione è che Gomez alla fine non si muoverà molto, tranne che per entusiasmanti sorprese.

READ  "Cosa c'era dietro il suo attacco" - SOS Fanta

Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *