Tutto contro Maria Cibunta C’è una mail per te, insultata su Facebook: Sei un serpente

Maria Sibunta, E si chiamava Sipontina. È lei che ora si trova al centro di una serie di commenti negativi sui social. E il furfante Dipendente Settimo episodio c’è una mail per te. L’avversaria di vita di Antonella, una figlia a cui viene negato il libero accesso al padre. Da quando ha sposato Sebuntina, non ha: “Dobbiamo contattarti segretamente perché a lei non piace. Devi cancellare messaggi e chiamate.” Uno scenario totalmente bizzarro che ha causato molta indignazione tra la folla di appassionati C’è una mail per te.

La storia di Maria Sebunta lì dentro c’è una mail per te

Di fronte agli attacchi di Antonella e alle prove presentate da Maria de Felipe, anche Maria Sebunta si è difesa di fronte alle prove: “Stiamo parlando di una ventina di chiamate al giorno e non sono chiamate per cose utili. Se hai un motivo utile puoi farlo. Sei diventato molto urgente. Sono infastidito da questa orribile relazione. Sei cresciuto e devi capisci che tuo padre ora ha un’altra famiglia “. […] Poi ti ho chiesto di cancellare il mio numero, non quello di tuo padre. ” Alla fine, la busta si apre con la promessa che le relazioni si ricollegheranno e i disaccordi saranno risolti. Ma uno spettacolo nello spettacolo è quello che accade in queste ore sulla pagina Facebook della signora “avversaria” della storia.

Insulti su Facebook

Ma sui social della donna, e durante la messa in onda della puntata, si sono riversati insulti e insulti: “Sei un serpente”, “Vergognati”, “La figlia dovrebbe chiamare suo padre quanto vuole”, “Non ti vergogni di quello che dici?” , “Una strega cattiva ti dà i baffi !!!!! Assoluto male!” Quasi seicento commenti su uno degli ultimi aggiornamenti del profilo pubblico di Maria Siponta su Facebook, hanno indirizzato il pubblico a casa come “cattivo su Internet”.

READ  Il governo sta affrontando nuove pressioni. Hope: "Smartworking al 75%, ci sarà un rinfresco per le attività chiuse". At 17 Meet Cts - Trasmissione in diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *