Un attacco gentile, Al-Awsawi aveva raggiunto la città il giorno prima da Parigi. Arrestato 47 anni: potrebbe averlo sentito 24 ore prima dell’attacco

Brahim Aoussaoui arrivato a Bello Solo il giorno prima dell’attacco. Festa Da Parigi in trenoL’attentatore, che è stato licenziato giovedì mattina Attacco con coltello Cattedrale di Notre Dame dentro Tre persone sono state uccise Raggiunse la città francese con l’unico scopo di portare a termine l’attacco. Il procuratore francese anti-terrorismo ha annunciato, Jean-Francois RicardLo confermano anche le testimonianze dei familiari che mercoledì sera hanno ricevuto un messaggio Immagine della Basilica Il 21enne ha detto a suo fratello che voleva passare la notte lì. Il giovane, secondo l’accusa, aveva un Documento della Croce Rossa ItalianaE il Dopo che è atterrato Lampedusa Proprio lo scorso 20 settembre, Ed è stato ripreso da Telecamere di sorveglianza Bella sosta dove ha cambiato giovedì mattina prima di raggiungere Notre Dame, a 400 metri, e sferrare l’attacco.

L’assassino ha detto agli investigatori che era l’unico responsabile dell’attacco, ma la polizia sta cercando di ricostruire la catena di comunicazioni dell’uomo per capire se fosse direzione Chi lo ha portato in chiesa, in mano, un coltello Tre persone sono state massacrate. Le autorità lo hanno già Arrestato un uomo di 47 anni, Secondo i rapporti Bfmtv Citando fonti della polizia che erano sospettate di avere contatti con l’attentatore il giorno prima dell’attacco.

Per confermare che Al-Awsawi è attualmente presente La speculazione è riservata Era ricoverato in ospedale per l’operazione a cui è stato sottoposto dopo essere stato colpito dalla polizia e aveva intenzione di tendere un’imboscata almeno il giorno prima, ha detto la famiglia del 21enne tunisino. al-Arabiya L’attentatore ha detto al fratello che ci viveva Tunisia A partire dal “Voglia di passare la notte davanti alla basilica”. L’uomo ha anche mandato a suo fratello Immagine dell’edificio. La madre ha detto: “Quello che abbiamo visto nelle foto è nostro figlio. Mi ha chiamato appena arrivato in Francia”. Il procuratore antiterrorismo tunisino, parallelamente al procuratore francese, lo ha fatto Apri un’indagine Per illustrare i contatti e la vita di Al-Awsawi nel Paese nordafricano, con alcuni familiari che gli investigatori hanno già sentito.

READ  Spendi Guenda con il "Grande Fratello Vip"

Governo, dopo le parole del presidente ieri sera Emmanuel Macron Che ha annunciato la promozione Presenza militare Nella regione, con l’operazione “Sentinelle” che passerà Da 3mila a 7mila uominiPromette di combattere la “guerra” per eliminare le sacche di estremismo diffuse nel Paese. “Non siamo in guerra contro la religione, ma contro l’ideologia, il pensiero islamico”, ha detto in un’intervista a colonna Ministro degli interni francese, Gerald Darmanin. “Siamo in guerra contro un nemico interno ed esterno – e ha aggiunto – quando sei in guerra, devi capire che lui c’era e”. Ci saranno altri fatti come questo spregevole attacco“.

Poi Darmanen ha aggiunto che ce l’hanno le autorità francesi Deportazione di 14 “estremisti” stranieri Nell’ultimo mese, nei prossimi giorni verranno attuate altre 18 “espulsioni”. Ha spiegato che “se dobbiamo combattere gli stranieri che sono diventati estremisti, questo non è il caso” dell’attaccante alla Basilica di Nizza, perché non era conosciuta dai servizi francesi o europei.

Intanto emergono dettagli sull’identità delle tre vittime dell’estremista, due donne e un uomo. Quest’ultimo è stato Sagrestano Cathedral, 45 anni, padre di due ragazze. Tra le donne, invece, una è quella che ha cercato di rifugiarsi in un bar e poi è morta per le ferite 40 anni di discendenza brasiliana, Come confermato dal governo BrasiliaChe, prima di morire, ha detto ai soccorritori: “Di ‘ai miei figli che li amo.”. Tra la terza vittima, al momento, sappiamo solo che è una donna sulla sessantina.

Supporto di Ilfattoquotidiano.it: impareggiabile in questo momento
Abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, stiamo svolgendo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tutto questo lavoro ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, fornisce entrate limitate. Non in linea con il boom di portata. Ecco perché chiedo a coloro che leggono queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo pari al prezzo di un cappuccino a settimana, fondamentale per la nostra attività.
Sii un utente di supporto Clicca qui.

Grazie mille
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi della nostra capacità di offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma l’annuncio, in un momento in cui l’economia è in recessione, fornisce rendimenti limitati. Non in linea con il boom di accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con il contributo più basso pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola quantità, ma essenziale per la nostra attività. Aiutaci!
Sii un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Bel attacco delle minacce di al-Qaeda agli attacchi di Erdogan a Macron e Charlie Hebdo: la Francia ancora una volta nel mirino dei jihadisti

successiva


Articolo successivo

Coronavirus, chilometraggio e liste del traffico in giro per Parigi: record di ingorghi poche ore prima del blocco – VIDEO

successiva


Written By
More from Arzu

Capodanno con coprifuoco, piano del governo per bloccare il Natale

Ora che l’epidemia è rallentata, ora il picco sembra essere a un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *